La Pensione Complementare

La Previdenza Complementare

Le notizie sulle pensioni si susseguono ed ogni ipotesi di riforma induce i giovani lavoratori ad interrogarsi sul proprio futuro. Oltre all'aumento dell'etā pensionabile, il fulcro della questione concerne la somma che avranno a disposizione le giovani generazioni di oggi per godersi una vecchiaia serena, dopo una vita dedicata al lavoro, e le speranze non sono rosee.

La riforma del sistema pensionistico intervenuta in seguito alla Legge Dini del 1995 ha trasformato il sistema da retributivo, nel quale la pensione era calcolata sulla base degli stipendi percepiti nel corso della carriera, a contributivo, ovvero basato sui contributi versati durante la propria vita lavorativa.

Da tale riforma discende l'opinione diffusa che le pensioni del futuro saranno di importo minore rispetto a quelle attuali e l'immediata conseguenza č facilmente prevedibile: una percentuale crescente di persone si sta informando su cosa sia la previdenza integrativa e come sia possibile disporre di un vitalizio che si affianchi alla pensione elargita da enti pensionistici come Inps e Inpdap.

Una somma accantonata negli anni di massima produttivitā per avere un valido sostegno nel momento in cui la carriera termina ed la conseguente mancanza dello stipendio rischia di far avvicinare i neo pensionati alla pericolosa soglia di povertā.

Il dibattito attorno ai fondi pensione č stato, inoltre, animato dalla riforma del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) entrata in vigore il primo gennaio del 2007, dalla quale discende la possibilitā di scelta per il dipendente di investire la liquidazione in fondi pensione piuttosto che lasciarla in azienda fino al termine del contratto di lavoro.
Andiamo quindi a conoscere meglio i fondi pensioni che tanto interesse suscitano in tutti i lavoratori...